01.09.17 Prima giornata di prove ufficiali del Meeting di Moto d’Epoca FMI all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari

Imola, 01 settembre 2017 – E’ scattato all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari il weekend che vede protagonisti i partecipanti al Meeting di Moto d’Epoca organizzato dalla Federazione Motociclistica Italiana. Nella giornata odierna spazio alle prove libere, condizionate dalla pioggia nella mattinata, mentre le prime qualifiche del pomeriggio hanno usufruito di sole e pista asciutta.

Ad aprire le danze la Battle of the Twins. 23 i piloti impegnati in pista in una sessione che ha visto primeggiare Ivo Pigliacelli (BRT 648SPS Furstin), che ha fermato i cronometri sul tempo 2’00”977, unico pilota a scendere sotto il muro del 2’01”. Seconda prestazione per Carlo Corradini (Bimota), che ha contenuto il distacco a mezzo secondo. Quinto crono per Dario Marchetti (Pierobon X80R), pilota e collaudatore Ducati, che ha chiuso col tempo di 2’02”964.0

Nel Gruppo 5R battaglia a due per la pole position virtuale. A spuntarla per il momento è stato Rocco Tedesco (Aprilia), autore di 2’12”898, che ha preceduto Alberto Peruzzi (Honda GP250) di 0”120, Staccatissimo il resto dei concorrenti, con Giorgio Antonucci (Honda GP 250) che ha accusato un ritardo di quasi 2”5.

Nutrita la partecipazione nella Old Open Cup, con 33 piloti in pista. A far registrare il miglior tempo è stato Diego Lucio Pilia (Suzuki), 2’01”406, che ha preceduto Diego Sciarrillo (Suzuki), 2’02”096 il suo miglior passaggio, e Mauro Poloni (Suzuki), che accusato un ritardo di 1”693.

Nel Trofeo Italia – Naked supremazia indiscutibile di Gianluca Fontanelli (Kawasaki), che ha fatto il vuoto alle sue spalle grazie al tempo di 1’58”154. Basti pensare che il secondo crono, fatto segnare da Andrea Poggi, è stato più lento di oltre 2”. Terza prestazione, a quasi 4”, Giampiero Scopetani (Aprilia).

Gruppo 5T nel segno di Ermanno Bastianini (Kawasaki), autore del crono di 2’08”666. A oltre 2” secondo tempo per Andrea Calenzo (Honda)mentre in terza posizione nella graduatoria di questa  prima sessione si è piazzato Luca Pieretti (Honda), 2’12”849 il suo miglior passaggio.