01.10.17 Brigliadori e Bergonzini si spartiscono le vittorie nella Coppa Italia Turismo. Doppiette per Tarabini (GT) e Pasotti (Lotus Cup)

Imola, 01 ottobre 2017 – Giornata conclusiva del Gruppo Peroni Race Weekend all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. In pista 8 categorie (Coppa Italia Turismo, Coppa Italia GT, Master Tricolore Prototipi, Campionato Italiano Autostoriche, Clio Cup Italia, Lotus Cup Italia, Alfa Revival Cup e Boss GP) con 12 gare in programma.

Pronostico confermato nella gara 1 della Coppa Italia Turismo. Ad aggiudicarsi la vittoria è stato Imerio Brigliadori (Seat Leon Cup), autore della pole position, che però si è dovuto impegnare a fondo per riuscire ad avere la meglio nei confronti di un determinato Matteo Bergonzini (Seat Leon Cup). Terzo gradino del podio per Federico Borret (BMW M3). Colpo di scena nel primo giro di gara 2: Brigliadori si gira nella salita verso la Variante Alta e la sua gara finisce lì. Facile a quel punto la vittoria di Bergonzini, alle sue spalle Fabio Fabiani (Honda Civic) e Federico Borret (BMW M3).

Vittoria agevole di Luciano Tarabini (Porsche 997) nella gara 1 della Coppa Italia GT. Dopo aver preso il comando delle operazioni, ha progressivamente allungato lasciando gli avversari a lottare per i restanti gradini del podio. Sul secondo è salito Hermann Speck (Porsche 997) che, nel finale, ha approfittato di un problema di Wolfgang Triller (Porsche 991) per soffiargli il secondo posto, con il pilota tedesco che è comunque riuscito a mantenere il terzo. Tarabini si è confermato anche in gara 2, impegnato nei primi giri dal coriaceo Triller che poi si è dovuto arrendere. Terzo posto per Oliver Michael (Porsche 991).

Grazie ad un perentorio attacco all’ultimo giro, Simon Stoller (PRC Audi Turbo) si è aggiudicato gara 1 del Master Tricolore Prototipi. Dopo aver pressato per tutta la Jaques Breitenmoser (PRC Ford), Stoller è riuscito ad infilare l’avversario portando a casa una vittoria meritata. Sul terzo gradino del podio è salito Sthepan Rupp (Ligier Nissan), che ha resistito con abilità ai continui attacchi di Claudio Francisci (Lucchini BMW). La partenza anticipata in gara 2 è costata cara a Stoller, che ha visto svanire una doppietta più che probabile. Così a vincere è stato Breitenmoser che ha preceduto Rupp e Francisci.

Nella Lotus Cup Italia gara 1 se l’è aggiudicata Stefano Pasotti, che ha dominato la corsa fin dalle prime battute. Ottima la seconda posizione di Filippo Manassero, bravo a togliersi dal pacchetto degli inseguitori per evitare un rischioso ultimo giro in volata. Volata che c’è stata tra Franco Nespoli e Giacomo Giuberga per il terzo gradino del podio, con il primo che è riuscito a prevalere. Stesso copione in gara 2 dove Pasotti è stato autore di un’altra cavalcata vincente in solitario. Sono cambiati invece gli avversari sul podio: sul secondo gradino è salito francesco Liberatore, che ha così riscattato il decimo posto di gara 1; mentre sul terzo troviamo Giacomo Giubergia.

Senza il vincitore di gara 1, Ingo Gestl, che non ha preso il via per non correre il rischio di danneggiare la sua Toro Rosso STR vista la pista bagnata, per Rinus van Kalmthout (Dallara GP2) è stata una passeggiata aggiudicarsi gara 2 della Boss GP. Secondo ieri, ha preso subito il largo con tempi sul giro non copiabili da nessun altro. Sul podio sono saliti l’indiano Mahaveer Raghunathan (Lola Auto GP) e Phil Stratford (Benetton B197).

Nell’Alfa Revival Cup Franco Monguzzi ha confermato i valori emersi dalle prove conquistando una vittoria tutto sommato facile. Ad infastidirlo ci ha provato nei primi giri Roberto Arnaldi ma ha dovuto presto alzare bandiera bianca, dovendosi accontentare del secondo posto. Senza patemi anche il terzo posto di un positivo Alberto Santoro.

Spettacolare battaglia per la vittoria nella Clio Cup Italia gara 2. In lizza quattro piloti che non hanno lesinato attacchi e contrattacchi per conquistare il primo gradino del podio. Quando tutto era pronto per un ultimo giro da brivido, l’esposizione della bandiera rossa ha impedito lo show finale. Classifica al giro precedente, con successo di Felice Jelmini, che si è così preso la rivincita nei confronti di Gustavo Sandrucci. Terza posizione per Bostjan Avbelj che ha preceduto Berkay Besler.

Infine nel Campionato Italiano Autostoriche il successo è andato a Massimo e Marco Guerra (Porsche 935) davanti a Massimo Ronconi – Giovanni Gulinelli (Porsche 930), terzo Paolo Meloni (Ford Escort).