02.07.21 PIRRO IL PIÙ VELOCE NEL CIV SBK. MIGLIOR TEMPO PER CARICASULO (SS600), VANNUCCI (SS300), BERTELLE (MOTO3), SALVANS JUAREZ (PREMOTO3)

IMOLA, 2 luglio 2021Prima giornata all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari del Campionato Italiano Velocità (CIV), con in pista le classi SBK, SS600, SS300., Moto3 e Premoto3 per la prima sessione di qualifiche, così come per il National Trophy 1000. Prove libere invece per National Trophy 600 e Aprilia RS 660 Cup.

Come da pronostico, sono stati Michele Pirro (Ducati) e Lorenzo Zanetti (Ducati) a lottare per centrare il miglior crono provvisorio nella SBK. Il primo round è andato al pilota del team Barni ma a fine sessione il distacco tra i due è stato solo di 90 millesimi con Zanetti pronto a ribattere colpo su colpo nel turno decisivo del sabato. Ottima terza prestazione per Gabriele Ruiu (BMW), che ha chiuso con un ritardo di soli 0”110.

Prima sessione di qualifica della SS600 dominata da Federico Caricasulo (Yamaha), che ha dimostrato di avere in questo momento la carte giuste per centrare la pole grazie al 1’51”807, unico pilota ad infrangere il muro dell’1’52”. Ha provato il colpaccio all’ultimo giro utile Roberto Mercandelli (Yamaha), ma si è dovuto accontentare di chiudere a poco più di tre decimi. Positiva la qualifica di Massimo Roccoli (Yamaha), terzo tempo a 0”741.

Nella qualifica 1 della SS300, tre piloti in evidenza sugli altri: Matteo Vannucci (Yamaha), pole provvisoria in 2’08”012; il francese Hugo De Cancellis (Kawasaki) e il turco Bahattin Sofuoglu (Yamaha), staccati rispettivamente di 0”241 e 0”367.

Moto3 nel segno di Matteo Bertelle (KTM), che ha rifilato quasi mezzo secondo a Alberto Surra (KTM) e 0”557 a Elia Bartolini (KTM), con questi tre piloti favoriti per giocarsi la pole nella seconda sessione di qualifica di domani.

Spettacolo negli ultimi minuti della sessione della Premoto3 dove alla fine ha conquistato la pole provvisoria Jose Salvans Juarez, che ha fermato i cronometri sul tempo di 2’05”248, precedendo di 26 millesimi Leonardo Zanni e di 0”113 Edoardo Liguori, per un secondo turno che si annuncia incandescente.

Nel National Trophy bel duello cronometrico tra Luca Salvadori (Ducati) e Roberto Tamburini (BMW), con il primo che ha fatto meglio del rivale per soli 32 millesimi. A completare la prima fila provvisoria Gabriele Ruiu (BMW). Quinto tempo per Ayrton Badovini (BMW), staccato di 0”970.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.