03.07.21 PIRRO SI AGGIUDICA GARA 1 DEL CIV SBK. SUCCESSI PER MERCANDELLI (SS600), DE CANCELLIS (SS300), SURRA (MOTO3), LIGUORI (PREMOTO3)

IMOLA, 3 luglio 2021Seconda giornata del round di Imola del Campionato Italiano Velocità (CIV) all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. Il programma ha visto la disputa di tutti i turni finali di qualifiche e la disputa delle prime gare per SBK, SS600, SS300, Moto3, Premoto3 e National Trophy 1000.

Vittoria annunciata per Michele Pirro (Ducati) nella SBK. Il pilota del team Barni ha costruito il successo con una partenza perfetta dalla pole e un ritmo nei primi giri che gli ha permesso nella restante parte di gara di contenere il ritorno di Lorenzo Zanetti (Ducati). Il pilota bresciano è arrivato fino a otto decimi ma non gli è riuscito l’ultimo sforzo per provare ad attaccare Pirro. In terza posizione ha concluso Luca Vitali (Honda), che ha prevalso dopo un bel duello nei confronti di Gabriele Ruiu (BMW).

Gara a eliminazione nella SS600. A farne le spese due degli attesi protagonisti, Massimo Roccoli (Yamaha) e Federico Caricasulo (Yamaha), caduti entrambi all’ultima chicane mentre erano rispettivamente in seconda e terza posizione. A beneficiarne è stato Roberto Mercandelli (Yamaha), al comando della gara, che così ha potuto andare a vincere indisturbato. Battaglia a cinque per i restanti gradini del podio, con Davide Stirpe (MV Agusta) che ha avuto la meglio nei confronti di Marco Bussolotti (Yamaha) in un pirotecnico ultimo giro.

Nella SS300 gara decisa da una volata a tre. All’ultima staccata, contatto tra Bahattin Sofuoglu (Yamaha), autore della pole position, e il francese Hugo De Cancellis (Kawasaki), con il pilota turco che ha finito per cadere, lasciando via libera al rivale. Sul secondo gradino del podio è salito Matteo Vannucci (Yamaha), terza posizione per Omar Bonoli (KTM).

Colpo di scena all’ultima curva della gara della Moto3. Elia Bartolini (KTM), con un‘entrata alla disperata, ha finito per falciare Matteo Bertelle (KTM), privandolo di una meritata vittoria e cadendo a sua volta. Così sul gradino più alto del podio è salito Alberto Surra (KTM), che aveva battagliato con Bertelle e Bartolini per tutta la gara prima di cedere un po’ di terreno negli ultimi due giri. Sul podio hanno concluso lo spagnolo Alex Millan (BeOn), ottima gara la sua sempre a contatto con i primi tre, e Lorenzo Bartalesi (BeOn), dopo la penalizzazione comminata a Pasquale Alfano (KTM) per aver ecceduto i limiti della pista.

Bagarre continua e ripetuti sorpassi e controsorpassi hanno caratterizzato la gara della Premoto3. Alla fine, in un arrivo a cinque, sotto la bandiera a scacchi è transitato per primo Edoardo Liguori, che ha preceduto Alex Venturini e José Salvans Juarez.

Nel National Trophy 1000 il successo è andato a Lorenzo Lanzi (Ducati), che ha  approfittato di un contatto all’ultimo giro tra Roberto Tamburini (BMW) e Luca Salvadori (Ducati) per passare entrambi e passare per primo sotto la bandiera scacchi, con Tamburini secondo e Salvadori terzo.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.