07.10.17 Ferrari Challenge Europe nel segno di Hassid (Coppa Shell) e Grossmann (Trofeo Pirelli). Joanna Villeneuve in visita all’Autodromo

Imola, 07 ottobre 2017 – Seconda giornata del Ferrari Challenge Europe all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. Dopo il forte temporale del venerdì pomeriggio, una bellissima giornata di sole ha fatto da cornice alle sessioni di qualifica e alle prime gare delle due categorie in pista, Coppa Shell e Trofeo Pirelli.

Nel corso della giornata è stata gradita ospite dell’Autodromo Joanna Villeneuve, moglie dell’indimenticato Gilles Villeneuve. Impossibilitata ad essere presente in occasione dell’inaugurazione del memoriale dedicato al grande pilota della Ferrari, alla quale partecipò il figlio Jacques, ha colto l’occasione per visitarlo, accompagnata dal Direttore dell’Autodromo Pier Giovanni Ricci. In questa sua visita in Italia, Joanna Villeneuve era accompagnata da Lyn St. James, una delle poche donne ad aver gareggiato come pilota professionista. Notevole il suo palmares: sette partecipazioni alla 500 Miglia di Indianapolis, dove si aggiudicò il titolo di Rookie of the Year nel 1992, due vittorie nella 24 Ore di Daytona e una nella 12 Ore di Sebring, al via inoltre della 24 Ore di Le Mans e della 24 Ore del Nurburgring.

Venendo alle gare della giornata, nel Trofeo Pirelli il successo è andato a Bjorn Grossmann, scattato dalla pole position, al termine di una gara piena di colpi di scena. Il primo già al via quando Daniele Di Amato, partito dalla seconda casella dello schieramento, è stato toccato alla Variante del Tamburello. Testacoda e addio sogni di vittoria anche se poi la rimonta lo porterà a compiere un’impresa, dal 18esimo al 5° posto. In testa, subito battaglia tra Grossmann e Philipp Baron, che è continuata anche dopo il rientro della Safety Car, in pista per l’incidente tra Vezzoni e Contini. Baron è riuscito a passare al comando ma al restart è stato autore di una partenza anticipata e la sua gara è risultata irrimediabilmente compromessa. Da quel momento per Grossmann è stata una cavalcata solitaria verso il successo. In seconda posizione si è piazzato il britannico Sam Smeeth mentre sul terzo gradino del podio è salito lo svedese Martin Nelson.

Gara decisamente più lineare quella della Coppa Shell. Ad imporsi è stato il francese Henry Hassid che, partito dalla pole position, ha progressivamente allungato, dimostrandosi indiscutibilmente il più forte in pista. Invece spettacolare il duello per il secondo posto, con la pilota del Liechtenstein, Fabienne Wohlwend, che è riuscita ad avere la meglio nei confronti del danese Johnny Larsen, che si è così dovuto accontentare del terzo gradino del podio.