11.07.20 PRIMA GIORNATA PERONI RACE WEEKEND. POLE PER GERSTL (BOSS GP), DE MATTEO (COPPA ITALIA TURISMO), MARGELLI (MASTER TRICOLORE PROTOTIPI)

Imola, 11 luglio 2020 –E’ scattata all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari la prima giornata del Gruppo Peroni Race Weekend. Nel sabato dedicato a prove libere e qualifiche, in pista Coppa Italia Turismo e GT, Master Tricolore Prototipi, Boss GP, Lotus Cup, Classic Speed Cup, Campionato Italiano Autostoriche e Alfa Revival Cup.

Emozionante duello per la pole position a colpi di millesimi nella Coppa Italia Turismo. A spuntarla, col crono di 156”860, è stato De Matteo (Golf GTI), che ha preceduto di soli 15 millesimi Aiello (Honda Civic Type). Entro il secondo di distacco hanno chiuso la qualifica Barbolini (Audi RS3 LMS) e Pigoli (Mitjet 2.0 T), che scatteranno entrambi dalla seconda fila.

Nella Coppa Italia GT pole position nella qualifica 1 per Stefano D’Aste (Lotus Exige V6), autore del miglior tempo in 1’47”726. Secondo crono per Stefano Valli (BMW Z4 GT3) in 1’48”087. Alle loro spalle Andrea Sapino (Porsche 991 GT3) e Luca Gioffré (Lamborghini Huracan Trofeo). Nella qualifica, Valli è riuscito ad essere più veloce di D’Aste, seconda fila per Gioffré e Eugenio Pisani.

Doppietta di Walter Margelli (Norma M20) nelle due qualifiche del Master Tricolore Prototipi. Nella prima ha segnato il tempo 1’44”721, nella seconda si è migliorato di quasi sei decimi. In entrambe le session alle sue spalle ha concluso Michele Liguori (Osella PA21S), che ha come suo miglior crono complessivo 1’44”820.

Come da copione, Ingo Gerstl è stat il più veloce nella Boss GP, al volante della Toro Rosso STR1. 1’26”195 il tempo che gli ha permesso di conquistare la pole position. Al suo fianco in prima fila Luca Martucci (Dallara GP2) in 1’31”397, che ha preceduto di 0”240 Cristopher Hofer (Dallara GP2) e di 0”424 Marco Ghiotto (Dallara GP2).

Pole position  di Franco Nespoli nella Lotus Cup. Il pilota del team Aggressive ha fermato i cronometri sul tempo di 1’59”284, rifilando 1” abbondante al suo più diretto rivale, Daniel Grimaldi. Dalla seconda fila scatteranno Giacomo Giubergia (2’01”427) e Fabio Radice (2’01”915).

Distacchi abissali nella Classic Speed Cup. A centrare la pole position è stato Raffaele Raimondi (Jaguar E), che ha rifilato oltre 23” a Francesco Ramacciotti (A.R. Giulia Ti Super) e oltre 27” a Graziano Tessaro (Abarth 1000 TC), autori rispettivamente della seconda e terza prestazione cronometrica.

Trentadue i concorrenti in pista nel Campionato Italiano Autostoriche. A realizzare il miglior tempo in 1’55”466  è stato Massaglia (Porsche 935 Turbo), al suo fianco al via l’equipaggio composta da Truglia -Giovannini (TVR Tuscan Speed 8 GT). Seconda fila per Panini – Pergreffi (Ginetta G12) e Giudice – Giudici (A.R. 75).

Per soli 4 millesimi Bertinelli – Crescenti (GTAM) sono riusciti a prevalere su Serio – Pantaleo (Giulia Sprint GTA) centrando la pole position nell’Alfa Revival Cup. Seconda fila per Ludwig (Giulietta Sprint GTA) e Bachofen (GTAM).