12.09.20 APERTO IL WEEKEND DEL MXGP DELL’EMILIA-ROMAGNA CON LE GARE DELL’EUROPEO. DOPPIETTE PER BONACORSI (EMX 125) E ANDERSON (EMX 2T)

Imola, 12 settembre 2020 – Prestigiosa chiusura del trittico al crossodromo Monte Coralli, è scattato oggi l’MXGP dell’Emilia – Romagna che ha visto scendere in pista i protagonisti del Campionato Europeo, nelle due classi 125 e 2T, in attesa dei big della MXGP impegnati domenica.

EMX 125 nel segno di Andrea Bonacorsi. Il pilota della Fantic lascia Monte Coralli con l’en plein grazie alla doppietta anche nel MXGP dell’Emilia – Romagna, frutto di due rimonte straordinarie che hanno certificato le grandi doti di questo ragazzo. Settimo al primo rilevamento, si è lanciato all’inseguimento della vetta della corsa, passando un ottimo Valerio Lata (KTM) a meno 9’ dal termine. Poi ha tenuto sotto controllo la situazione, lasciando a distanza di sicurezza lo spagnolo Guillem Farres (Gas Gas), il suo rivale più pericoloso in ottica campionato. Al terzo posto ha chiuso Pietro Razzini (Husqvarna), posizione che occupa anche nella classifica generale.

Il capolavoro Bonacorsi l’ha compiuto nella seconda manche quando ha recuperato addirittura dalla sedicesima posizione. Un lungo inseguimento premiato da un grande risultato e dalla ovvia conferma della tabella rossa di primo della classe. Alle sue spalle ancora una volta Farres mentre sul terzo gradino del podio è salito l’altro spagnolo David Braceras, che aveva guidato a lungo la gara. Da segnalare il sesto posto di Lata e il settimo di Razzini.

Nella EMX 2T, che ha iniziato il suo campionato a Faenza, l’indiscusso dominatore è stato il britannico Brad Anderson. Il pilota della KTM è stato imprendibile anche nelle due gare del MXGP dell’Emilia – Romagna, dominandole entrambe con grande autorità. Qualche giro per trovare il ritmo giusto poi Anderson ha cambiato marcia e per i suoi avversari è stata notte fonda, con distacchi finali sempre oltre i 10”. Alle sue spalle si sono messi in evidenza i piloti italiani. Nella prima manche bella battaglia per i restanti gradini del podio, con Manuel Iacopi (Yamaha) che è riuscito nel sorpasso a Eugenio Barbaglia (Husqvarna) a un paio di tornate dalla bandiera a scacchi. Ottimo quarto posto per Federico Tuani (Husqvarna).

Nella seconda, in difficoltà subito Barbaglia, Iacopi ha provato a resistere a Anderson ma ha pagato lo sforzo nella parte finale chiudendo quarto. Così a lottare per il secondo posto si sono trovati Emanuele Alberio (KTM) e Tuani, con il primo che è riuscito ad avere la meglio.