13.05.18 Straordinario successo per il round ad Imola del Mondiale SBK: oltre 76.000 le presenze nei tre giorni. Rea batte Davies e fa doppietta

Imola, 13 maggio 2018 – La 16esima edizione del Mondiale Superbike ad Imola va in archivio con ancora un grande risultato in termini di presenze. Sono stati infatti ben 76.317 nelle tre giornate di prove e gare (1.202 in più rispetto al dato 2017), confermando l’appuntamento all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari tra i round di riferimento del massimo campionato riservato alle moto derivate dalla serie.

Una giornata sportiva fantastica, quella di domenica, impreziosita dalla presenza della madrina SBK 2018, Aida Yespica, vissuta tutta sul duello tra Jonathan Rea (Kawasaki) e Chaz Davies (Ducati). Nonostante una strenua resistenza, il gallese della Ducati nulla ha potuto contro il tre volte campione del mondo, che è andato così a cogliere la seconda vittoria, allungando decisamente in campionato. Sul terzo gradino del podio è salito Tom Sykes (Kawasaki) che, negli ultimi giri, è riuscito a riprendere e a passare Xavi Fores (Ducati). Ottimo quinto posto per Jordi Torres (MV), che è riuscito a mettersi dietro Alex Lowes (Yamaha) e Michael Ruben Rinaldi (Ducati), calato progressivamente dopo una decisa partenza. Sfortunata la gara di Marco Melandri (Ducati), centrato da Michael van der Mark (Yamaha) mentre andava a caccia del terzo gradino del podio. Ritirato anche Lorenzo Savadori (Aprilia), caduto nel corso del quinto giro.

Nel Mondiale Supersport, vittoria di Jules Cluzel (Yamaha), che ha approfittato di un errore di Lucas Mahias (Yamaha), scivolato alla Rivazza mentre era al comando, per portare a casa la sua seconda vittoria consecutiva. Mahias, riuscito a ripartire, ha chiuso ottavo, posizione che non gli è servita per mantenere il comando del campionato, passato ora nella mani di Randy Krummenacher (Yamaha), quinto al traguardo. Italiani grandi protagonisti: è mancata solo la vittoria ma i due restanti gradini sono stati occupati da Federico Caricasulo (Yamaha) e Raffaele De Rosa (MV).

Dominio di Ana Carrasco nel Mondiale Supersport 300. La spagnola ha imposto subito un ritmo insostenibile per i suoi avversari andando a vincere con oltre 13” di vantaggio. Bella battaglia per il secondo posto, che ha visto lo spagnolo Sanchez prevalere in volata sull’italiano Sabatucci.

Infine nell’Europeo Superstock 1000 è risuonato l’Inno di Mameli grazie al successo di Matteo Ferrari (Ducati), che nel finale è riuscito a contenere la grande rimonta di Roberto Tamburini (BMW). Al terzo posto si è piazzato il cileno Maximilian Scheib (Aprilia).

 

Uberto Selvatico Estense (Presidente Formula Imola): “Ancora una volta la risposta degli appassionati è stata straordinaria, oltre 76.000 presenze nei tre giorni sono motivo di grande orgoglio. Un successo che è merito di un impegno corale dove tutte le forze in campo hanno davvero lavorato in piena armonia per questo risultato di successo. Aggiungo che il circuito di Imola è considerato da tutti uno dei templi del motorismo mondiale e le gare che si svolgono su questo tracciato raccontano spesso di sfide epiche. Oggi ne abbiamo vissuto una, con due incredibili campioni come Jonathan Rea e Chaz Davies che hanno deliziato il pubblico con un duello da brividi. Siamo uno degli appuntamenti top del campionato, nei prossimi due anni vogliamo continuare ad esserlo”.

Pier Giovanni Ricci (Direttore Autodromo): “In questa tre giorni posso dire che tutto ha funzionato al meglio, dimostrando la grande professionalità e competenza della struttura Autodromo nel suo insieme. Per questo voglio ringraziare, oltre ovviamente alla Dorna per la collaborazione reciproca, lo staff di Formula Imola, il servizio medico, la Cea, il servizio di sicurezza, le Forze dell’Ordine: tutti hanno contribuito in maniera fondamentale a questo grandissimo risultato”.