24.07.20 GIORNATA DI TEST DELLA MANIFESTAZIONE ORGANIZZATA DA SRO. SABATO QUALIFICHE GT WORLD E PRIME GARE GT4 E FORMULA RENAULT

Imola, 24 luglio 2020 – Giornata dai due volti quella di venerdì per i piloti del GT World Challenge, del GT4 European Series e della Formula Renault Eurocup, che questo weekend sono in pista all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari per l’appuntamento clou della stagione a quattro ruote del circuito imolese.

Nella attesa delle prove di qualifica e delle prime gare del sabato, il venerdì sarebbe dovuto essere di test, soprattutto per quei piloti che non avevano mai corso su un tracciato tecnico e impegnativo come quello dell’Enzo e Dino Ferrari. Invece nella tarda mattinata si è scatenato un vero e proprio nubifragio che ha sicuramente condizionato le prestazioni in pista. Nonostante questo il programma delle sessioni di test sono state regolarmente portate a termine.

Due sessioni per il GT World Challenge. In entrambe ha svettato l’Audi, con l’equipaggio composto da Mirko Bortolotti e Kelvin van der Linde, col miglior tempo in 1’41”723. Doppietta del team WRT, che ha piazzato secondo nella graduatoria tempi Charles Weerts (1’41”996). In terza posizione Mathieu Jaminet con la Porsche (1’42”067), quarto crono per Marco Mapelli al volante della Lamborghini (1’42”114).

Nei due turni di prove libere della GT4 European Series, la classifica complessiva tempi ha visto svettare Gabriele Piana (BMW) col crono di 2’02”474. Alle sue spalle, staccato di 0”190 ha chiuso Jorg Viebhan (Porsche), terza prestazione in 2’02”767 di Stephane Lemeret (Toyota). Sui livelli dei primi anche Antoine Potty (Toyota) e Bas Schouten (BMW). Questi cinque piloti sono compresi nello spazio di poco più di tre decimi, unici a scendere sotto il muro del 2’3”.

Sessioni di test anche per la Formula Renault, con i risultati più indicativi arrivati dal primo turno. Il più veloce è stato David Vidales in 1’40”141 ma c’è stato davvero grande equilibrio in questa categoria , tant’è vero che troviamo  dodici piloti racchiusi in meno di 1”. Seconda prestazione cronometrica  per William Alatalo (1’40”207), in una ipotetica seconda fila si sono piazzati Victor Martins (1’40”483) e Caio Collet (1’40”488).