26.09.20 GARA IN LINEA NEL SEGNO DI ANNA VAN DER BREGGEN, CHE BISSA IL SUCCESSO DELLA CRONO. ITALIA SUL PODIO CON ELISA LONGO BORGHINI, TERZA

Imola, 26 settembre 2020 – Parla ancora orange la seconda prova femminile. Merito di Anna van der Breggen, che si è dimostrata assolutamente imbattibile sui 143 km del duro percorso della gara in linea.

Se il successo nella cronometro di giovedì le era stata servita su un piatto d’argento dalla caduta della statunitense Dygert, in questa occasione la sua vittoria è stata netta, tanto da chiudere con un vantaggio di 1’20”sulle più immediate inseguitrici, dopo aver toccato anche i 2’ di vantaggio.

L’azione decisiva c’è stata a 42 km dalla conclusione, quando l’olandese con uno scatto secco si è liberato della compagnia dell’azzurra Elisa Longo Borghini, della connazionale Annemiek van Vleuten e della danese Cecilie Ludwig. Da quel momento è stato un fantastico assolo, che però non è entrato nella storia perché l’impresa di vestire le maglie iridate di prova in linea e cronometro nello stesso mondiale era già riuscita alla francese Jeannie Longo nel 1995.

Italia però ancora grande protagonista grazie alla Longo Borghini. La 28enne piemontese, una volta capita l’impossibilità di raggiungere la Van der Breggen, ha tirato il fiato prima di attaccare nuovamente sulla salita della Gallisterna. A resisterle è stata ancora una volta la Van Vleuten, e le due si sono giocate le medaglie in volata, con l’olandese che ha avuto la meglio in un sprint testa a testa fin sotto il traguardo.

Domani gran finale con la prova in linea uomini, impegnati sulla distanza di 259,200 km.