• English
  • Italiano

Hotel Reservation

Apertura al Pubblico

giornate-aperte al pubblico

Newsletter

Mincione (250) e Chessa (125) confermano i pronostici nell’Italiano Sport Production. l’imolese Poggi si aggiudica due gare

Andrea Poggi - HondaImola, 8 luglio 2012 – L’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari ha ospitato la giornata conclusiva della quarta prova della Coppa Italia Velocità Moto, ultimo appuntamento del calendario racing del circuito di Imola prima della pausa estiva. Ben 12 le gare svolte, con i piloti messi a dura prova dal gran caldo che ha contraddistinto la giornata sin dalla mattina. Appuntamento clou il Campionato Italiano Sport Production ma spettacolo e gare avvincenti non sono mancati nelle gare dei Trofei che fanno da supporto.

Sport ProductionRispettando i pronostici delle prove Alessio Chessa ha vinto la gara della Sport Production 125 Dopo i primi passaggi prudenti, il 18enne toscano ha iniziato a rimontare posizioni, arrivando a giocarsi la vittoria di classe a tre giri dalla fine con Elia Veronesi. Un sorpasso pulito, condito dal giro veloce (2’16”090), ha permesso a Chessa di prendere un discreto vantaggio nella parte finale di gara e di chiudere poi sotto la bandiera a scacchi con sette secondi di margine. Il romano Veronesi si è consolato con la conquista del primo posto in campionato. Sul terzo gradino del podio è salito Marco De Luca, al quarto l’ex leader di classifica Federico

Fausto MincioneAnche nella Sport Production 250 pronostico rispettato. Scattato forte al via dalla pole position conquistata ieri, Fausto Mincione ha subito tenuto un ritmo insostenibile per tutti i suoi avversari. Dopo aver fatto segnare il miglior giro di gara (2’15”272 al terzo passaggio) è riuscito a prendere un buon vantaggio che gli ha consentito di gestire i 10 giri con relativa tranquillità. Sul un tracciato difficile e tecnico come quello di Imola, Mincione ha dimostrato una netta superiorità sia in prova che in gara e alla fine è andato a conquistare la prima vittoria del 2012 dopo quattro pole position consecutive. In vetta alla classifica generale del campionato c’è il 16enne potentino Nicodemo Matturro che, con il secondo posto centrato oggi è riuscito ad allungare in classifica ai danni di Guido Lamberti, battuto sul traguardo per soli sei decimi. Il campano, dal canto suo, non è riuscito nell’intento di finire davanti a Matturro nonostante un bel sorpasso al penultimo giro proprio sul rivale, bravo poi a restituirgli il “favore” nel corso dell’ultimo e decisivo passaggio. Da segnalare il settimo posto dell’unica ragazza iscritta alla categoria, Cecilia Masoni.

Nel Trofeo 250 Grand Prix è stato Patrizio Binucci (Aprilia) a salire sul gradino più alto del podio regolando sul traguardo Jarno Ronzoni. La Motorex Cup, invece, ha visto trionfare Massimiliano Spedale (Yamaha) e l’imolese Andrea Poggi (Honda) rispettivamente nella 600 e nella 1000. Poggi ha fatto sua anche la vittoria della 1000 del Bridgestone Champions Challenge che, nella categoria 600, ha festeggiato invece il lombardo Mauro Carzaniga (Honda). Per quanto riguarda i monomarca, le vittorie della Honda sono andate a Sebastiano Zerbo (Hornet Cup), Davide Liberati (CBR 600 F Cup), Andrea Caravella (NSF 250 Trophy) e Diego Giugovaz (CBR 600 RR Cup) mentre Olmo Spigariol ha fatto sua la gara del Kawasaki Ninja Trophy. Nel Trofeo Interclub FMI, vittorie del romano Andrea Di Giannicola (BMW – classe 1000) e di Daniele Corradi (Kawasaki – classe 600).

 

 
Bookmark and Share