REGOLAMENTO GENERALE AUTODROMO INTERNAZIONALE “ENZO E DINO FERRARI”

SCARICA REGOLAMENTO PDF DOWNLOAD GENERAL REGULATIONS PDF

L’Autodromo Internazionale “Enzo e Dino Ferrari” di Imola (BO), Via F.lli Rosselli n. 2, costituente nell’insieme il “Polo Funzionale Autodromo” di Imola, è suddiviso in più sub-ambiti interconnessi e strettamente interdipendenti tra cui spazi direttamente gestiti da Formula Imola S.p.A., con sede in Imola (BO), Via F.lli Rosselli n. 2, CF e P.IVA 02823951203 (di seguito il “Gestore”) con la finalità di porre a disposizione temporaneamente a terzi le strutture od ospitare test tecnici, prove veicoli, corsi di guida, gare, manifestazioni sportive, eventi di spettacolo e culturali in genere, concerti, fiere. L’utilizzo di quanto di pertinenza del Gestore, e più in generale del Polo Funzionale Autodromo allorquando necessario, è disciplinata dal presente Regolamento (di seguito il “Regolamento”) e dal rapporto contrattuale particolare, di volta in volta, concluso tra il Gestore e il Cliente (di seguito il “Contratto”):

Art. 1 – Definizioni

1.1 Polo Funzionale Autodromo: spazio territoriale omogeneo per caratteristiche morfologiche e funzionali consolidatosi nel tempo, della porzione di territorio interessata – quale area di sedime – alle attività dell’autodromo, da individuarsi in tutta l’area posta entro le recinzioni perimetrali esterne della struttura indipendentemente dalla peculiare circostanza che all’interno di essa vi siano proprietà pubbliche e private, la presenza di altri impianti sportivi (stadio comunale, campi da tennis), strade utilizzate quali percorsi di collegamento interno che sono anche aperte alla circolazione pubblica, un parco pubblico, ed attività commerciali in quanto il tutto è da intendersi funzionale, legittimamente dedicato o coinvolto, direttamente od indirettamente, nelle attività sportive di carattere motoristico tanto da costituire un unicum e parte integrante o pertinente all’attività svolta nell’infrastruttura o luogo accessibile al pubblico;

1.2 Area Motoristica: ambito del Polo Funzionale Autodromo in gestione a Formula Imola S.p.A.;

1.3 Pista: tracciato e pit lane;

1.4 Area aperta al pubblico: aree accessibili ai visitatori e/o al pubblico (tribune, prati, luoghi ove viene disciplinato o subordinato l’accesso al possesso di un titolo etc);

1.5 Impianti: Paddock e Box.

Art. 2 – Ambito di applicazione

2.1 Il presente Regolamento disciplina l’accesso all’Area Motoristica delle persone e dei veicoli nonché l’uso della Pista, degli Impianti e delle aree Aperte al Pubblico.

2.2 Ogni disposizione (tariffe, orari, ecc.) emessa dal Gestore ed esposta nelle apposite bacheche poste negli Impianti, all’interno dell’Area Motoristica o del Polo Funzionale Autodromo costituisce parte integrante del Regolamento ed i trasgressori saranno passibili di immediato allontanamento dalla stessa.

2.3 Devono in ogni caso intendersi esclusi dall’utilizzo da parte di terzi, salvo espressa autorizzazione del Gestore, i locali destinati agli uffici della Direzione del Gestore e i relativi servizi, gli uffici tecnici, il centro medico, la portineria, i magazzini, i locali sedi di impianti tecnologici e comunque tutti quelli utilizzati dal Gestore o riservati dal medesimo a soggetti terzi in forza di accordi specifici.

Art. 3 – Ingresso all’Area motoristica

3.1 L’accesso da parte del pubblico, degli utenti della pista, dei visitatori, dei partecipanti, del personale al seguito e degli ospiti delle attività nonché del personale compreso quello di servizio è soggetto all’osservanza delle prescrizioni, delle modalità e degli orari stabiliti insindacabilmente dal Gestore ovvero, nei casi di manifestazioni, dai relativi programmi e regolamenti, oltre che al preventivo pagamento (se previsto) delle relative tariffe.

3.2 Non sono ammessi all’Area Motoristica ragazzi di età inferiore ad anni 14 (quattordici) se non accompagnati da adulti.

3.3 L’eventuale titolo di accesso è personale e non potrà essere ceduto a terzi, salvo i casi secondo le modalità previste dalla normativa di legge in materia o dal Gestore.

3.4 Per l’accesso può essere richiesto il possesso di un documento di identità valido, da esibire anche a richiesta del personale in servizio, per verificare la corrispondenza tra il titolare dell’eventuale titolo di accesso ed il possessore dello stesso.

3.5 L’eventuale titolo di accesso va conservato fino al termine della manifestazione e all’uscita, che dovrà avvenire nei termini e con le modalità stabilite dal Gestore.

3.6 Il pubblico che assiste alle attività deve accedere esclusivamente alle zone ed aree previste dall’eventuale titolo (biglietto, pass, tessera etc) ed è parimenti interdetto l’accesso a particolari aree interne, che sono specificatamente regolamentate e per le quali è previsto il rilascio di specifici pass d’accesso ovvero interdette.

Art. 4 – Norme generali per l’uso dell’Area aperta al pubblico

4.1 Le persone e veicoli ammessi sono tenuti ad uniformarsi alle disposizioni impartite dal personale del Gestore ed evitare qualsiasi comportamento idoneo a costituire pericolo per la propria e/o altrui incolumità, come, ad esempio, accedere alle aree interdette al pubblico ed a rispettare le proprietà provate.

4.2 Non è consentito introdurre armi o oggetti contundenti, razzi, bengala, fuochi artificiali e petardi ovvero altri strumenti per l’emissione di fumo o di gas visibile, materiale infiammabile e sostanze nocive. E’ altresì vietato introdurre o detenere pietre, coltelli, oggetti atti ad offendere o idonei ad essere lanciati, sistemi per l’emissione di raggi luminosi (puntatori laser) e altri oggetti che possano arrecare disturbo ovvero pericolo all’incolumità di tutti i soggetti presenti.

4.3 E’ vietato sostare in prossimità di passaggi, uscite, ingressi, lungo le vie di accesso, di esodo, ed ogni altra via di fuga senza giustificato motivo. E’ altresì vietato arrampicarsi sulle strutture presenti o realizzare costruzioni, anche di carattere precario.

4.4 E’ vietato danneggiare o manomettere in qualsiasi modo strutture, infrastrutture, servizi presenti od alberature.

Art. 5 – Norme generali per l’uso della pista e degli impianti

5.1 Salvo espressa deroga scritta da parte del Gestore, l’uso della Pista è consentito negli orari compresi dalle 09,00 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 18,30, e può essere concesso in esclusiva oppure senza esclusiva, (contemporaneamente, cioè, ad altri utenti) come di seguito specificato.

5.2 Uso della Pista in esclusiva:
– può essere concesso per una o più giornate e con o senza servizi di supporto tecnico aggiuntivi; le relative condizioni e tariffe saranno stabilite di volte in volta dal Gestore, in base alla natura, durata, importanza anche sportiva della manifestazione, dell’impatto ambientale dell’attività ed ai servizi richiesti;

– l’esclusiva è attribuita a richiesta del Cliente oppure direttamente dal Gestore a seconda del tipo dei veicoli e dell’utilizzazione della Pista;

5.3 Uso della Pista senza esclusiva:
– può essere concesso per una o più giornate e con o senza servizi di supporto tecnico aggiuntivi; le relative condizioni e tariffe saranno stabilite di volte in volta dal Gestore, in base alla natura, durata, importanza anche sportiva della manifestazione e dell’impatto ambientale dell’attività ed ai servizi richiesti;
– potranno essere ammessi contemporaneamente in pista veicoli di più Clienti, secondo i parametri definiti dal Gestore ed a suo insindacabile giudizio.

5.4 Il numero dei veicoli che potranno circolare contemporaneamente in Pista sarà stabilito di volta in volta dal Gestore.

5.5 L’ingresso alla Pista ed agli Impianti è consentito esclusivamente ai Conducenti, ai meccanici ed a quanti espressamente autorizzati. E’ fatto divieto camminare lungo la Pista eccetto nella fascia antistante i box di riferimento, sempre rispettando l’apposita segnaletica e le istruzioni del personale.

5.6 L’accesso alla Pista è riservato esclusivamente ai maggiorenni, salvo espressa deroga da parte del Gestore.

5.7 L’uso della pista, anche parziale, può essere negato dal Gestore a suo insindacabile giudizio, senza l’obbligo di fornire specifiche giustificazioni.

5.8 Non sono consentite in Pista le attività di montaggio, smontaggio e riparazioni dei veicoli.

5.9 L’utilizzo, le attività di rifornimento e lo stoccaggio di qualsiasi materiale infiammabile (es. benzina, oli lubrificanti etc.) non è consentito in Pista ed all’interno dei box.

5.10 E’ assolutamente vietato provare veicoli nei Paddock se non preventivamente concordato per iscritto con il Gestore.

5.11 La circolazione da parte di qualsiasi veicolo è subordinato alle seguenti regole:
– zona Paddock: velocità massima 30 km/h;
– zona Pit Lane: velocità massima 60 km/h;

5.13 Le competizioni e le gare sportive, di qualunque specie e natura, devono essere preventivamente autorizzate dalle autorità sportive ed amministrative competenti.

Art. 6 – Norme di comportamento dei conducenti

6.1 L’accesso alla Pista è ammesso esclusivamente per i veicoli dotati di ruote ricoperte da pneumatici in gomma ed è subordinato alla sottoscrizione, da parte di ciascun Conducente e delle persone eventualmente trasportate, della dichiarazione di consenso informato ed esonero di responsabilità nei confronti del Gestore e, su richiesta, all’esibizione ed eventuale copia di un valido documento di abilitazione alla guida, e può avvenire solo dopo aver ricevuto dal responsabile addetto il permesso di ingresso.

6.2 Ciascun Conducente è tenuto ad osservare in pista un comportamento corretto, leale e responsabile nei confronti degli altri Conducenti e del personale di servizio.

6.3 Sono tassativamente vietate gare non autorizzate e scommesse tra i Conducenti e gli utilizzatori.

6.4 Su ogni vettura o motoveicolo è ammesso il solo Conducente che abbia compiuto i diciotto (18) anni di età, salvo espressa deroga scritta da parte del Gestore.

6.5 I Conducenti:
– devono attenersi alle istruzioni fornite dal personale incaricato;
– devono astenersi dall’assumere bevande alcoliche e sostanze stupefacenti prima e durante l’attività di guida;
– devono astenersi dall’uso di telefoni cellulari durante l’attività di guida e dall’entrare ed usare in pista telecamere on board;
– motociclisti e gli eventuali trasportati, hanno l’obbligo di indossare un idoneo abbigliamento tecnico protettivo da pista della propria taglia e costituito almeno da: casco integrale protettivo omologato, tuta di pelle dotata di imbottiture e protezioni, paraschiena, guanti e stivali;
– gli automobilisti e gli eventuali trasportati hanno l’obbligo di guidare con le cinture di sicurezza ben allacciate indossando un idoneo abbigliamento protettivo da pista della propria taglia e costituito almeno da: il casco integrale protettivo omologato, guanti, tuta e calzature idonee.

6.6 Ciascun Conducente è tenuto a verificare che il veicolo che intende usare sia perfettamente idoneo alla prova da effettuare, assumendosi al riguardo ogni responsabilità per gli eventuali incidenti e per i conseguenti danni che derivassero alla propria persona o alle proprie cose ovvero a terzi e alle cose di questi, compresi i piloti e le persone eventualmente trasportate, gli accompagnatori, i meccanici, i partecipanti, gli spettatori ecc., nonché alle strutture del Polo Funzionale Autodromo, sollevando il Gestore e il personale addetto da ogni responsabilità.

6.7 E’ tassativamente vietato invertire il senso di marcia ovvero girare in senso orario o circolare in retromarcia.
6.8 Ciascun Conducente dovrà effettuare i primi giri di pista a bassa velocità allo scopo di effettuare una ricognizione della Pista.
6.9 E’ vietato fermarsi sulla Pista; in caso di arresto forzato, il Conducente dovrà posizionare il veicolo fuori dalla traiettoria di altri eventuali Conducenti e portarsi immediatamente in zona non rischiosa (ponendosi dietro la prima barriera di protezione utile), ed attendere l’arrivo del personale di servizio. In ogni caso è assolutamente vietato spingere il veicolo prima che tutti gli altri veicoli in Pista si siano fermati, ovvero tentare, in caso di caduta, di rimettere in piedi la moto prima che tutti i veicoli presenti in Pista si siano fermati o tutti i piloti siano stati avvertiti del pericolo, od attraversare la Pista prima che tutti gli altri veicoli presenti si siano fermati.
6.10 E’ sempre vietato attraversare la Pista a piedi ovvero con il veicolo (anche per gli accompagnatori, i meccanici, ecc.) se non nei soli momenti consentiti e appositamente regolamentati.
6.11 Qualora un Conducente rilevi un incidente di qualsiasi natura è tenuto a darne immediato avviso ai box ed al personale addetto presente lungo il tracciato.
6.12 Qualora i Conducenti intendano rientrare ai box dovranno ridurre la velocità e segnalare per tempo la loro intenzione ai Conducenti che li seguono.
6.13 Qualora il Conducente rilevi che vengano meno le condizioni di sicurezza della Pista è tenuto immediatamente a rientrare ai box ed avvisare gli addetti al percorso presenti motivando la natura del pericolo ravvisato.
6.14 Il Responsabile di Pista può, a suo insindacabile giudizio, rifiutare l’ingresso in pista ovvero ordinare il rientro immediato ai box, a qualunque Conducente che crei turbativa o pericolo per sé e/o per gli altri utenti della Pista.

Art. 7 – Segnaletica

7.1 Qualora il Gestore o gli addetti al percorso espongano od attivino, in uno o più punti della Pista:
– la bandiera gialla (segnale di pericolo), i Conducenti devono fare attenzione per la presenza di un pericolo od un ostacolo nella Pista, dovranno ridurre la velocità del proprio veicolo, non doppiare, non effettuare sorpassi nel tratto di Pista interessato dal segnale di pericolo ed essere pronti a cambiare direzione o a fermarsi, in attesa di indicazioni degli addetti al percorso ed attendere l’esposizione della bandiera verde per riprendere la normale attività;
– bandiera gialla/strisce rosse (segnale diminuzione aderenza) i Conducenti dovranno ridurre la velocità in quel tratto di pista per la diminuzione dell’aderenza;
– la bandiera verde (segnale di fine pericolo), i Conducenti possono riprendere la prova poiché il pericolo precedentemente segnalato è terminato;
– bandiera rossa (segnale di arresto), i Conducenti in Pista dovranno rallentare ed essere pronti ad arrestarsi immediatamente e rientrare nei box a velocità minima, senza effettuare sorpassi;
– bandiera nera accompagnata da un pannello nero con numero bianco del veicolo od altra indicazione atta ad identificarlo (segnale di rientro Conducente), il Conducente con il numero indicato del veicolo deve rientrare ai box al giro successivo;
– bandiera a scacchi (segnale di fine sessione) i Conducenti devono ridurre la velocità e rientrare nei box.

Art. 8 – Opere ed Installazioni

8.1 Le eventuali opere, da eseguirsi a cura e spese del Cliente, per l’installazione degli impianti, mezzi, strutture ed apparecchi provvisori o temporanei, come ogni altra opera di sistemazione, anche provvisoria, che comunque modifichi lo stato dei luoghi e delle strutture, attrezzature e mobili di arredo esistenti, potranno essere eseguite, sentito preventivamente il Gestore, d’intesa e con l’autorizzazione degli organi tecnici preposti dal Gestore medesimo attenendosi sempre a quanto indicato nel Regolamento sulla Sicurezza ed ad ogni disciplina e regola sulla prevenzione degli infortuni e sulla sicurezza sul lavoro. In ogni caso, è vietata ogni manomissione (come forature e ancoraggi) delle pareti, delle pavimentazioni e dei soffitti, nonché ogni installazione o costruzione che ostruisca od ostacoli l’accesso alle entrate, ai passaggi ed alle uscite di sicurezza. Il Cliente ha l’obbligo di non installare e di non far comunque introdurre all’interno delle aree utilizzate materiale pesante e macchinari, senza la preventiva autorizzazione del Gestore, da rilasciarsi per iscritto di volta in volta. Per il trasporto di materiale all’interno dell’Area Motoristica dovranno essere adottate le cautele necessarie per evitare danni di qualunque genere all’edificio e agli arredi, danni che, qualora causati, dovranno essere risarciti dal Cliente, anche se arrecati da terzi. Le strutture e gli impianti degli allestimenti dovranno essere incombustibili, staticamente calcolati, rispondenti alle norme vigenti, sia per la regolarità di esecuzione, sia per la messa a terra.
8.2 E’ assolutamente vietato lasciare nelle aree utilizzate dal Cliente rifiuti anche di carattere speciale quali a titolo esemplificativo: pneumatici, batterie, contenitori contenenti olii/benzine e parti del veicolo in genere etc. I materiali di cui il Cliente intende disfarsi dovranno essere correttamente smaltiti a sua cura e spesa. Nell’eventualità che ciò non venga rispettato, il Cliente dovrà rimborsare i costi di smaltimento al Gestore.
8.3 Nel caso di installazione di strutture nei Paddock, è vietato fissare e/o ancorare le stesse all’asfalto così da comprometterne il manto; qualsiasi soluzione che si intenda adottare a tale scopo dovrà essere preventivamente sottoposta al vaglio del Gestore e dallo stesso approvata per iscritto.

Art. 9 – Responsabilità

9.1 Il Gestore non sarà responsabile per furti e/o per danni di beni lasciati da chicchessia all’interno dell’Area Motoristica o del Polo Funzionale Autodromo in occasione dell’allestimento e dello svolgimento dell’attività, ed in particolare nelle aree adibite a parcheggio e nei Paddock che si considerano incustodite.

Art. 10 – Servizio d’ordine – Traffico e parcheggi

10.1 In caso di attività con pubblico, il Cliente è tenuto a predisporre un servizio d’ordine, all’interno e all’esterno, adeguato alla necessità dell’attività concordandone le modalità con le Autorità Pubbliche di competenza. La consistenza e l’organizzazione di detto servizio dovrà essere concordata con il Gestore, al quale è altresì riservata ogni facoltà di controllo al riguardo, senza peraltro che ciò possa essere addotto dal Cliente quale ragione di esonero di responsabilità nei confronti dell’Autorità, del Gestore e dei terzi, per incidenti, sinistri e danni che dovessero verificarsi durante l’attività.

10.2 In caso di attività con pubblico, il Cliente dovrà disciplinare, a sua cura e spese e secondo le indicazioni del Gestore e delle Autorità Pubbliche, il traffico ed il parcheggio negli spazi di pertinenza esterni alla recinzione del Polo Funzionale.

Art. 11 – Ispezioni – Violazioni del Regolamento – Videosorveglianza

11.1 Il Cliente riconosce al Gestore la facoltà di verificare le modalità con cui vengono impiegate le aree concesse in uso ed il corretto svolgimento di tutti i servizi relativi all’esercizio delle medesime aree, nonché l’osservanza di tutte le disposizioni di legge applicabili. A tal fine il Gestore potrà eseguire, in ogni tempo, le verifiche e i controlli necessari e dare le opportune prescrizioni nell’interesse della conservazione dei beni utilizzati dal Cliente secondo i precetti di legge e convenzionali, prescrizioni cui il Cliente sarà tenuto a conformarsi, salvo, in difetto, il diritto del Gestore di obbligare il Cliente all’immediato adeguamento alle prescrizioni violate. Il Cliente si obbliga a consentire il libero accesso all’Area Motoristica e sue pertinenze al personale munito di apposita tessera di servizio rilasciata dal Gestore stesso. Il Cliente si obbliga altresì a far accedere all’Area Motoristica il personale di servizio incaricato dal Gestore per lavori e servizi, munito della suddetta tessera (i nominativi risulteranno da apposito elenco disponibile presso gli uffici del Gestore). Il Cliente dovrà nominare un suo responsabile abilitato a ricevere le eventuali richieste e contestazioni del Gestore. Il Gestore presterà, a sua volta, la propria collaborazione al Cliente al fine di assicurare il migliore svolgimento dell’attività e dei servizi tecnici di supporto, specie per quanto riguarda le cerimonie di rappresentanza e i rapporti con la stampa. Il Cliente potrà indirizzare al Gestore le proprie richieste per tutto quanto attiene alle esigenze del normale svolgimento e gestione dell’attività.

11.2. La violazione, anche parziale, delle norme riportate nel presente Regolamento può comportare a carico dei trasgressori, a qualunque titolo presenti l’immediato allontanamento degli stessi (senza che possa competere loro alcun rimborso od indennizzo), fatta salva la possibilità da parte del Gestore di ogni ulteriore azione legale nei loro confronti.

11.3. Il Gestore fa presente che per motivi di sicurezza e per la tutela del patrimonio, nel Polo Funzionale Autodromo è installato un impianto di videosorveglianza, con particolare riguardo all’Area Motoristica, alla Pista, ai box e ai Paddock; l’impianto a circuito chiuso consente, se necessario, di individuare eventuali responsabili di infrazioni od illeciti.

11.4. Le immagini, qualora registrate, di norma sono cancellate entro 36 (trentasei) ore successive alla registrazione ove non sia necessario conservarle per contestare eventuali infrazioni od illeciti o per definire le relative contestazioni ovvero per consentire le indagini di polizia o dell’autorità giudiziaria. In ogni caso le immagini non potranno essere utilizzate per motivi diversi da quelli su indicati o comunicate o diffuse a terzi, con esclusione delle persone/organi su indicati.

11.5. Per l’esercizio del diritto di cui all’art. 13 del D. Lgs. 196/03 nonché per ulteriori informazioni e/o chiarimenti in ordine al trattamento dei dati raccolti e sulle modalità di utilizzo delle immagini, gli interessati potranno rivolgersi al Gestore.

Art. 12 – Disposizioni finali

12.1 Il Gestore si riserva di aggiornare il Regolamento, ovvero di apportare integrazioni o modifiche al medesimo, senza alcun preavviso.

12.2 L’esposizione del Regolamento attribuisce immediata efficacia a quanto in esso riportato.

12.3 Il Gestore comunica che nell’Area Motoristica sono presenti defibrillatori semiautomatici (DAE), posizionati come indicato nella planimetria allegata.