08.05.22 CONCLUSO L’ACI RACING WEEKEND A IMOLA. VITTORIE PER MINI (FORMULA REGIONAL), DUNNE E SZTUKA (ITALIAN F4), FERNANDEZ (TCR ITALY)

Imola, 8 maggio 2022 – Sì è concluso all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari il primo appuntamento stagionale con l’ACI Racing Weekend. In pista, per le ultime sette gare del programma, le categorie Formula Regional European Championship, Italian F4 Championship, TCR Italy, Porsche Carrera Cup Italia, Clio Cup Europe, Top Jet F2000 Italian Trophy.

Gara 2 della Formula Regional pesantemente condizionata da un forte scroscio di pioggia che ha costretto all’esposizione della bandiera rossa. Al nuovo via, Gabriele Mini, scattato dalla pole position, è stato lucido e attento a non commettere errori, portando a casa una preziosa vittoria in ottica campionato, che riscatta lo zero della gara del sabato. In seconda posizione ha concluso Dino Beganovic, che si è saggiamente accontentato del piazzamento senza provare attacchi pericolosi. Non si sono invece risparmiati in un accanito corpo a corpo i quattro piloti che si sono giocati l’ultimo gradino del podio. A prevalere è stato Kas Haverkort, che ha preceduto Gabriel Bortoleto, Hadrien David e Michael Belov.

Alex Dunne è stato autore di una cavalcata solitaria nella Gara 2 dell’Italian F4 Championship. Dopo un ottimo avvio, il pilota irlandese ha preso le redini della corsa al quarto giro e si è involato verso il successo, proseguendo così nel suo ottimo inizio di campionato dopo il secondo posto nella Gara 1 di ieri. Alle sue spalle si è piazzato il compagno di squadra Kacper Sztuka, bravo a gestire al meglio il momento topico della gara. Terzo gradino del podio per James Anthony Wharton, abile nel guadagnare il suo primo podio stagionale con una rimonta di sette posizioni. Da segnalare anche le prestazioni di altri due piloti della Ferrari Driver Academy: Maya Weug, sesta al termine di una gara decisamente convincente, e il vincitore di Gara 1 Rafael Camara, ottavo grazie a una rimonta impressionante di ben 23 posizioni. Sztuka ha concluso il weekend imolese con la ciliegina sulla torta, trionfando nella Gara 3. Il pilota polacco è scattato forte dalla seconda casella in griglia e ha subito preso le redini della corsa, mantenendole fino alla bandiera a scacchi e resistendo alla pressione di Camara nella seconda parte di gara. È stato proprio il vincitore di Gara 1 a tagliare il traguardo in seconda piazza grazie a una rimonta di tre posizioni. Alle spalle del brasiliano ha chiuso Dunne, l’unico pilota a essere salito sempre sul podio. Dopo due zeri, positiva la quarta posizione di Kimi Antonelli.

Scattato dalla pole, Rubén Gil Fernàndez (Audi RS3) si è imposto con autorità nella Gara 2 del TCR Italy. Dopo aver perso la leadership al sesto giro a favore di Michele Imberti (Hyundai i30), il pilota spagnolo si è riportato in testa alla corsa all’inizio della decima tornata, sfruttando la ripartenza dopo una Safety Car. I due piloti sono stati protagonisti di un ruota a ruota incandescente e pochi istanti dopo Imberti è stato costretto a dare forfait a causa di un problema tecnico. Fortunatamente per lui, l’intervento della bandiera rossa a pochi secondi dalla bandiera a scacchi gli ha consentito di mantenere la seconda posizione, mentre sul terzo gradino del podio è salito un ottimo Manuel Bissa (Honda Civic). Hanno sfiorato il podio il vincitore della Gara 1 di ieri Carlo Tamburini (Honda Civic), quinto al traguardo, e Ruben Volt (Honda Civic), ieri terzo oggi quarto.

Spettacolare duello nella gara 2 della Porsche Carrera Cup Italia. Vittoria sudata ma meritata per Enrico Fulgenzi, che ha dovuto lottare col coltello tra i denti per arginare gli attacchi di uno scatenato Gianmarco Quaresmini, che lo ha pressato fino alla fine dopo aver rimontato con grinta e determinazione dalla nona casella in griglia. Grande lotta anche per l’ultimo gradino del podio, con Gianmarco Levorato che ha avuto la meglio su Alberto Cerqui. Solo sesto il vincitore di gara 1 Diego Bertonelli, condizionato da una gara con qualche errore di troppo, ma che ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per essere uno dei protagonisti del campionato. Fuori all’inizio del terzo giro Jorge Lorenzo, dopo un contatto col lituano Kajus Siksnelis.

Felice Jelmini si è aggiudicato la Gara 2 della Clio Cup Europe. Una serie di duelli e manovre entusiasmanti lo hanno visto tagliare il traguardo in prima posizione, dopo aver avuto ragione di Nicolas Milan al penultimo giro. Terza posizione per Jerzy Spinkiewicz al termine di un bel duello con Marc Guillot.

Colpo di scena nell’ultimo giro della gara 2 della Top Jet F2000. Nel tentativo di attaccare il leader Cian Carey, Bernardo Pellegrini ha forzato l’entrata colpendo la vettura del rivale. Il risultato è stato che l’italiano si è girato mentre il pilota irlandese ha dovuto alzare bandiera bianca a causa di una foratura procurata dal contatto. A beneficiarne è stato lo svizzero Sandro Zeller, che si è trovato la vittoria servita su un piatto d’argento. Sui restanti gradini del podio sono saliti il serbo Paolo Brajnik e l’ungherese Benjamin Berta.

 

 

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.