07.05.22 SECONDA GIORNATA DELL’ACI RACING WEEKEND. SUCCESSI DI CAMARA (ITALIAN F4), BEGANOVIC (FORMULA REGIONAL), TAMBURINI (TCR ITALY)

Imola, 7 maggio 2022 – Si è conclusa la seconda giornata dell’ACI Racing Weekend dedicata alle qualifiche e alle prime sei gare. In pista le categorie Formula Regional European Championship, Italian F4 Championship, TCR Italy, Porsche Carrera Cup Italia, Clio Cup Europe e Top Jet F2000 Italian Trophy. Domani ingresso libero a paddock e tribune.

Una penalità di dieci secondi causa partenza falsa ha privato Gabriele Mini del successo nella Gara 1 della Formula Regional European Championship by Alpine. Il poleman era riuscito ad allungare sugli avversari, cercando di guadagnare più posizioni possibili, ma tutti i suoi sforzi sono stati vanificati da una serie continua di Safety Car, culminate con la bandiera rossa finale. Nonostante sia transitato primo sotto la bandiera a scacchi, alla fine si è ritrovato 28.esimo. A vincere è stato così Dino Beganovic, alfiere della Ferrari Driver Academy. Dopo essere scattato dalla terza casella in griglia e aver sorpassato Mari Boya grazie a una decisa manovra alla Variante Tamburello, il pilota svedese si è poi dimostrato maturo nel gestire il finale di gara. Sul secondo gradino del podio è salito proprio Boya, seguito dal pilota del Mercedes Junior Team Paul Aron.

E’ sfumata ad una manciata di minuti dalla bandiera a scacchi la vittoria di Kimi Antonelli nell’Italian F4. Dopo aver guidato la gara sin dall’inizio si è dovuto arrendere per un problema tecnico, lasciando via libera al compagno di scuderia, Rafael Camara. Il brasiliano, dopo l’ennesima Safety Car, è riuscito a contenere con qualche sofferenza gli attacchi dell’irlandese Alexander Dunne, ottimo secondo dopo essere scattato dalla settima casella. Avvincente anche la lotta per l’ultimo gradino del podio, con Nikita Bedrin che è riuscito a prevalere nei confronti dell’australiano James Anthony Wharton.

Colpo di scena all’ultimo giro del TCR Italy. Mentre stava viaggiando verso la vittoria, Volt Ruben (Honda Civic) è stato centrato da Denis Babuin (Audi RS3). Bravo ad approfittare del contatto è stato Carlo Tamburini, che è andato così a cogliere una vittoria insperata. Grazie alla penalizzazione inflitta a Babuin, Ruben è comunque riuscito a salire sul terzo gradino del podio, preceduto da Salvatore Tavano (Cupra Leon), autore di una gara sempre all’attacco.

È stato un vero e proprio dominio quello di Diego Bertonelli nella Gara 1 della Porsche Carrera Cup Italia. Scattato dalla pole position, il pilota italiano ha subito preso il largo e la sua vittoria non è mai stata messa in discussione. Alle sue spalle, dopo essersi difeso egregiamente nelle prime fasi di gara, Alberto Cerqui è riuscito a trovare un buon ritmo e a mantenere la sua seconda posizione. A completare un podio tutto italiano grazie a una performance eccellente è stato Leonardo Caglioni, abile nel recuperare due posizioni rispetto alla partenza. Da sottolineare anche il debutto del pluricampione del mondo di MotoGP Jorge Lorenzo, che ha tagliato il traguardo nella top 20.

La Top Jet F2000 Italian Trophy ha regalato una Gara 1 avvincente. A trionfare è stato Cian Carey (Dallara F318), scattato dalla seconda casella in griglia e autore di un duello entusiasmante con il poleman Sandro Zeller (Dallara F312). Dopo essersi portato in testa alla corsa con una manovra esemplare all’esterno della Variante Tamburello, Carey ha commesso un errore qualche giro dopo, all’uscita dalla Variante Alta consentendo a Zeller di tornare al comando. Carey si è però ripreso subito la leadership volando verso il successo. Ha tagliato il traguardo in seconda piazza un ottimo Bernardo Pellegrini (Dallara F313), che è riuscito nel finale ad avere la meglio nei confronti di Zeller.

 Ultima gara della giornata, la Clio Cup Europe. Ad imporsi è stato Nicolas Milan, che ha preceduto al termine di un avvincente duello Anthony Jurado. In terza posizione ha concluso Jerzy Spinkiewicz.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.