14.05.22 ALESSIO ROVERA CONQUISTA LA POLE POSITION NELLA ELMS – 4 ORE DI IMOLA. IL VIA DELLA GARA DOMANI ALLE 11.30, BIGLIETTI SU TICKETONE

Imola, 14 maggio 2022 – È entrata nel vivo, con la disputa delle qualifiche, la European Le Mans Series – 4 Ore di Imola, che si sta disputando questo fine settimana all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. A completare il programma della giornata le prime gare delle categorie di supporto, Michelin Le Mans Cup, Ligier European Series e Sprint Cup by Funio.

Qualifiche della ELMS – 4 Ore di Imola divise nelle tre categorie. Grande prestazione di Alessio Rovera (AF Corse) che domani scatterà davanti a tutti dopo aver conquistato la pole position nella LMP2 con il tempo di 1’32”269. Secondo crono per l’olandese Timen van der Helm, che ha accusato un ritardo di 0”334. Alle loro spalle in seconda fila partirà il team Prema grazie al terzo crono realizzato dallo svizzero Louis Deletraz, quarto posto per il cinese Yifei Ye. Nella LMP3 pole position conquistata dal danese Malthe Jakobsen, che ha fatto segnare il crono di 1’37”182. A mezzo secondo il messicano Sebastian Alvarez, seconda fila per il francese Noam Abramczyk e l’olandese Kay Van Berlo. Nella LMGTE a far segnare il miglior tempo in 1’41”974 è stato il pilota dell’Oman Ahmad Al Harty (Aston Martin Vantage), che ha staccato di 0”383 l’equipaggio tutto femminile del team Iron Lynk, con in pista la belga Sarah Bovy (Ferrari 488 EVO). Terza prestazione cronometrica per l’indonesiano Andrew Haryanto (Porsche 911 RSR). Ottimo il quarto posto del pilota di casa, Gabriele Lancieri (Ferrari 488 EVO), che ha chiuso a 1”101.

Colpo di scena nella gara della Michelin Le Mans Cup. Adam Eteki, primo sotto la bandiera a scacchi, si è visto infliggere una penalizzazione per aver ecceduto i limiti della pista, venendo retrocesso in sesta posizione. Il successo è così andato a Maurice Smith e Malthe Jakobsen, che hanno preceduto John Schauerman-Wayne Boyd e Andres Latorre Canon- Garnet Patterson. Ha portato a termine la gara la H24, la vettura con propulsore a idrogeno, un buon risultato considerando che affrontava la sua prima gara.

Bottino pieno del francese Gillian Henrion (JS P4) e del kuwaitiano Haytham Qarajouli (JS2 R) nelle mini endurance della Ligier European Series. In Gara 1 Henrion, terminate due brevi fasi di neutralizzazione, ha preso il comando dopo un appassionante duello con Natan Bihel, scattato secondo. Terza piazza per il duo formato dall’italiano Ronnie Valori e dal britannico George King, davanti ad Anthony Nahra e Dimitri Enjalbert. Gara 2 ha visto un podio tutto francese con un altro acuto di Henrion davanti a Bihel. Terzi in rimonta Enjalbert e Nahra, facilitati nella seconda metà di gara dalla Safety Car causata dal ritiro di Cedric Oltramare.

Nella gara 1 della Sprint Cup by Funyo ad imporsi è stato il francese Jonathan Dessens. Scattato dalla pole, ha allungato giro dopo giro andando a vincere indisturbato con oltre 4” di vantaggio sul suo più immediato inseguitore, il connazionale Xavier Fouineau. Sul terzo gradino del podio un altro transalpino, Bouhet Jesse, che ha mantenuto la posizione nonostante una penalità di 5”. Ancora più agevole la vittoria di Dessens in gara 2, trasformatasi presto in una perentoria cavalcata vincente conclusa con quasi 14” di vantaggio su Fouineau, nuovamente secondo. In terza posizione ha concluso lo svizzero Gregory De Sybourg.

 

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.