18.06.22 L’AUDI CENTRA LA DOPPIETTA NEL DTM CON RENÉ RAST E NICO MULLER. MIRKO BORTOLOTTI DÀ SPETTACOLO E REGALA IL PODIO ALLA LAMBORGHINI

Imola, 18 giugno 2022 – È entrato nel vivo il weekend che vede protagonista il DTM all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. In pista le categorie DTM, DTM Trophy, DTM Classic DRM Cup, Porsche Carrera Cup Deutschland, Lotus Cup Europe e Mitjet Italia, con un programma che ha visto sessioni di qualifiche e le prime sette gare.

Vittoria mai in discussione di René Rast (Audi) nella gara1 del DTM. Scattato dalla pole position, ha avuto il momento più complicato alla prima staccata, quando è riuscito a tenere dietro con decisione Nico Muller (Audi) scattato al suo fianco. Dopo di che ha gestito con autorità la gara, chiudendo al comando con un margine di assoluta tranquillità sul compagno di marca. Una gara tutto sommato monocorde che è stata resa emozionante dalla straordinaria rimonta di Mirko Bortolotti. Dopo la penalizzazione al termine della qualifica, che lo ha retrocesso dal sesto al sedicesimo posto in griglia, il pilota della Lamborghini ha azzeccato la strategia, rimanendo in pista il più possibile prima del cambio gomme. Questo gli ha permesso di effettuare diversi giri a pista libera, recuperando fino all’ottava posizione. A quel punto si è lanciato in una imperiosa rimonta che l’ha portato addirittura sul podio, al termine di un deciso duello con Thomas Preining (Porsche), con tanto di contatto. Bortolotti, autore anche del giro veloce in 1’40”957, grazie a questi risultati è salito al secondo posto in campionato, a 3 punti dal leader Sheldon van der Linde (BMW), solamente ottavo in gara. Ritirato l’ex-pilota di F1 Timo Glock (BMW).

Gara del DTM Trophy decisa alla partenza grazie allo start fulmineo di Colin Caresani dalla seconda casella. Il pilota della BMW ha poi completato l’opera resistendo agli attacchi di Jacob Riegel (Aston Martin) nelle due ripartenze dopo safety car, non dandogli più occasioni di sorpasso. Terzo gradino del podio per Moritz Lohner (BMW), mentre ha concluso solo in quinta posizione l’autore della pole position Edouard Cauhaupe (Mercedes), che ha pagato caro la brutta partenza iniziale.

Nella DTM Classic DRM il successo è andato come da pronostico a Peter Mucke (Ford Zakspeed Capri Turbo), che ha preceduto Michael Kammermann (BMW M1 Procar), terzo posto a oltre un minuto per Ronny Scheer (BMW M1 Procar).

Grazie ad un perentorio spunto dopo l’ennesima ripartenza da safety car, ad una manciata di minuti dalla bandiera a scacchi, Bastian Buus ha conquistato la vittoria nella Porsche Carrera Cup Deutschland. Al secondo posto si è piazzato Laurin Heinrich, terzo gradino del podio per Larry Ten Voorde. Solo quarto Loek Hartog, in testa per tutta la gara fino all’ultima ripartenza dove ha perso ben quattro posizioni.

Vittoria senza problemi per Bence Balogh nella Lotus Cup Europe. Dimostratosi il più forte sin dalle prove, il pilota ungherese ha portato a casa il successo senza trovare avversari che lo potessero, infastidire, compreso il connazionale Tamas Vizin, per una doppietta magiara. Sul terzo gradino del podio il francese Paul Marechal, che ha avuto la meglio, al termine di un bel duello, nei confronti dello svedese Daniel Palma.

Doppia gara per la Mitjet Italia. In quella della mattina ad imporsi è stato Matteo Desideri, che ha contenuto senza particolari affanni i tentativi di Alex Marchois e Pierandrea Demarco; in quella del pomeriggio il successo è andato a Demarco, alle sue spalle nell’ordine si sono piazzati Alessandro Mainetti e Povilas Jankavicius.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.